Il prezzo del gas, seppure più basso di benzina e gasolio, cresce regolarmente in virtù della sua qualità di bene sostitutivo, scelto da un numero sempre maggiore di consumatori grazie all’attuale convenienza e agli incentivi dello Stato. La tecnologia delle macchine elettriche, invece, non consente ancora al motore di raggiungere prestazioni pari a quelle offerte dalla combustione del carburante, per cui la scelta di un veicolo alimentato a corrente resta limitata a motivazioni di natura strettamente etica-ecologica.

La stragrande percentuale di automobilisti, però, usa benzina e gasolio, carburanti i cui prezzi sono stabilmente alle stelle e che lasciano ai consumatori una sola scelta: risparmiare sia sul consumo che sulla spesa. Se per il consumo è ormai noto a tutti che è opportuno avere uno stile di guida non aggressivo, evitando inutili accelerazioni e mantenendo sempre alta l’efficienza di tutte le componenti dell’automobile, per quanto riguarda la spesa ci si affida sempre di più alle promozioni dei fornitori, scegliendo per il proprio rifornimento i distributori di gasolio e di benzina più economici.

Distributori gasolio economici sono ad esempio le pompe bianche, stazioni di servizio indipendenti rispetto alle tradizionali compagnie di distribuzione. Presso questi distributori economici di gasolio e benzina, è possibile risparmiare 5-6 centesimi al litro sulla media del servito nazionale. Sebbene stia aumentando, il numero delle pompe bianche, distribuite in maniera ancora troppo eterogenea lungo il territorio nazionale (in prevalenza al nord), non è ancora elevatissimo. Per molti consumatori, quindi, il rifornimento risulta ancora impraticabile. Ad ogni modo è possibile seguire alcuni consigli per individuare i distributori di gasolio più economici vicino alla propria abitazione o lungo il tragitto stradale che si compie abitualmente (casa-lavoro, casa-università). Il primo consiglio è, ovviamente, quello di annotare per più giorni i prezzi di carburante offerti dalle stazioni di servizio che si incontrano sulla propria strada, in modo da stabilire quale sia quella più conveniente.  Se invece si è in viaggio, e non si sta percorrendo il solito tragitto quotidiano, è bene ricordare che le stazioni di servizio lungo le autostrade sono mediamente più care delle altre. Uscire in prossimità di un centro abitato, per una breve pausa che includa un pieno di carburante e magari uno spuntino, può essere un’idea molto saggia, anche e soprattutto per il portafoglio.

Letto: 2.324 | Categoria: Motori