flavia-pennetta-us-openTra martedì e mercoledì scorso si sono svolti i quarti di finale del torneo di singolare femminile degli US Open, uno dei più importanti del tennis mondiale. Se la sono cavata bene le italiane Roberta Vinci e Flavia Pennetta, ancora in gara: la Vinci ha vinto in tre set contro la francese Kristina Mladenovic e stasera alle 19, ora americana, giocherà la semifinale contro Serena Williams.

Le quote scommesse Iziplay parlano chiaro: la numero uno al mondo Serena Williams è chiaramente favorita nel risultato del match, con vittoria a 1,06. La tarantina quindi dovrà puntare il tutto per tutto, con un esito a suo favore quotato molto alto: 7,25. Anche per quanto riguarda il testa a testa del primo set, la quota per la vittoria della Vinci è assai più alta rispetto a quella a favore della Williams: 5,00 contro l’1,12.

Nonostante il punteggio di 6-3, 7-5, 6-4 ottenuto contro la Mladenovic, Roberta Vinci dovrà fare i conti con la tennista più forte del momento; lo stesso vale per Flavia Pennetta, che sfiderà subito dopo Simona Halep, seconda del ranking mondiale dopo la Wiliams. Le scommesse, infatti, vanno a favore della tennista rumena: Iziplay quota la sua vittoria a 1,25, contro il 3,55 della Pennetta. Anche la situazione del primo set vede favorita la Halep, con il vantaggio a 1,32, rispetto al 3,03 per la pugliese.

Sempre sul match Pennetta – Halep, le scommesse Iziplay consigliano di valutare anche l’under/over game 20,5 set 2/3 e il risultato esatto 0-2 Si/No: under e over hanno la stessa quota di gioco. Sarà difficile decidere se puntare sull’uno o sull’altro, le probabilità sono le stesse. Sottile ma evidente differenza invece sul risultato esatto 0-2, il cui Si è quotato 1,66 e il No a 1,95. Il medesimo risultato, a favore invece della Pennetta, è quotato a 6,40. Più probabile è che non si verifichi: il No è infatti a 1,04.
Appuntamento con queste due importanti partite, all’una di notte italiana, che potrete seguire sul canale Eurosport HD di Sky. Scegli il match e la giocatrice su cui puntare e rimani sempre aggiornato sulle quote scommesse Iziplay!

Letto: 983 | Categoria: Sport

Buon compleanno a James Pallotta, presidente dell’As Roma che oggi compie 57 anni e che dal 2012 è il 23° presidente della squadra giallorossa. E forse il regalo migliore per il suo cinquantasettesimo compleanno sarebbe stato una vittoria importante in casa della Fiorentina, un’opportunità in più per la gara di ritorno a Roma e per aggiudicarsi il passaggio al turno successivo di Europa League.

Il pareggio, caro Presidente, però, non è da sottovalutare. Nonostante la “sindrome del pareggio” che sta colpendo ultimamente la squadra della Roma, questo risultato ha tanto da dire in più rispetto allo scialbo 0-0 fuori casa con il Chievo, all’1 a 1 del Bentegodi di Verona o, peggio ancora, dell’altro 0-0 in casa contro l’ultima del campionato.

Questo pareggio ha un sapore diverso innanzitutto perché è realizzato sul campo della Fiorentina, una delle squadre che ultimamente sta dimostrando, forse, il miglior calcio in Italia (vogliamo ricordare anche la vittoria a Torino dei viola in Coppa Italia contro la Juventus) e, di sicuro, di poter ambire a traguardi importanti, non solo nel nostro campionato, ma anche in Europa. Questo pareggio ha un sapore diverso anche perché le statistiche di gioco parlano chiaro: maggior possesso palla, un numero maggiore di occasioni da rete, soprattutto un’occasione sprecata dagli 11 metri.

Questo pareggio ha un sapore diverso perché, se è pur vero che la Roma non riesce più a vincere ed il suo attacco è lontano parente di quello dello scorso campionato e anche dell’inizio di stagione, è anche vero che questa Roma non ha per nulla la voglia di perdere. E anche quando le partite sembrano direzionarsi verso un epilogo alquanto negativo, la squadra di Rudi Garcia riesce sempre a ricomporre i pezzi: è successo ieri a Firenze dopo il gol iniziale di Ilicic, è successo a Roma nello scontro diretto in 10 uomini e dopo la punizione di Tevez. Il regalo per il presidente, allora, non saranno stati i tre punti in Europa ma la promessa per un cambio di rotta importante. «Siamo la stessa squadra che ha fatto bene il primo tempo col Verona, che ha vinto col Feyenoord e ha giocato bene nel finale contro la Juventus. Con la Fiorentina potevamo vincere, abbiamo mostrato carattere e personalità: il calcio è così, siamo passati da una prestazione inquietante ad una interessante. A volte non riusciamo a fare quello che vorremmo, contro la Fiorentina invece siamo riusciti a fare quello che avevamo in testa. Peccato perché potevamo vincere ma non abbiamo sfruttato le occasioni», si legge dalle dichiarazioni del mister Rudi Garcia dal sito di news sull’As Roma. La Roma ha dato segnali di ripresa incoraggianti e, forse, presidente Pallotta, il regalo per il suo cinquantasettesimo compleanno è solo rimandato al mese di maggio.

Letto: 2.344 | Categoria: Sport

Nella Grande Mela fervono i preparativi della Maratona per antonomasia che, anche quest’anno, partirà dal Ponte di Verrazzano per poi attraversare i cinque distretti dell’isola e concludersi nella cornice mozzafiato di Central Park. Ai blocchi di partenza, quest’anno, anche una delle punte di diamante della Poker Team Pro di Sisal, il 40enne Niccolò Caramatti.

Niccolò, infatti, dopo aver inanellato alcune delle migliori “good run” sui tavoli verdi più rinomati del mondo, si cimenta in una nuova sfida che impegnerà mente e corpo nella conquista di una “good run” sull’asfalto di New York City. Caramatti non è nuovo ai cambi di rotta: laureato in Finanza alla Bocconi, comincia la sua carriera alla City di Londra per poi passare dal trading Londinese al Poker Texano e applicare le sue capacità di analisi, strategia e calcolo sul tavolo verde. Ora, sempre in cerca di nuove sfide, Niccolò si lancia nell’applicare quelle strategie e tecniche apprese in veste di trader e player che gli hanno permesso di conoscere il suo corpo e aiutato ad affinare le tecniche di allenamento. La corsa, infatti, come il poker professionistico è uno sport che è fatto di costanza, piccoli e progressivi miglioramenti per raggiungere – anche grazie a un pizzico di fortuna – un grande risultato finale.

Il nostro Niccolò è pronto per partire per New York e raccontare a tutti, tramite il blog aperto per l’occasione all’indirizzo www.believegoodrun.wordpress.com l’andamento della gara e le emozioni che vivrà prima, durante e dopo la corsa. Have a Good Run Niccolò!

Letto: 830 | Categoria: Sport

Sisal.it, il portale di gioco online del Gruppo Sisal, è official sponsor dell’iniziativa Naviglio Mundial 2014 e annuncia l’iniziativa di “Sisal.it Diretta Mondiale”, una speciale piattaforma galleggiante di oltre 15 metri che posta lungo l’Alzaia Naviglio Grande accoglierà tra il 12 giugno e il 14 luglio appassionati, tifosi e curiosi, che vorranno seguire in diretta gli incontri del Mondiale.“Sisal nasce nel 1946 con l’invenzione della Schedina, attraverso la quale è stato possibile contribuire alla ricostruzione degli stadi danneggiati e far tornare gli italiani a sognare e gioire con lo sport più bello del mondo. – ha commentato Marco Tiso, Responsabile Sisal.it – Siamo molto orgogliosi di aver aderito a Naviglio Mundial 2014, che, proprio tramite la passione per il calcio, rappresenta per i milanesi un’occasione unica di socializzazione e condivisione”.Durante i 33 giorni previsti dalla manifestazione, sulla piattaforma di “Sisal.it Diretta Mondiale”, Sisal andrà a proporre numerose attività per i curiosi e gli ospiti che accolti da ragazze e ragazzi, gli ospiti potranno rotolare sulle acque in speciali palloni, visitare la riproduzione in scala del celebre Cristo Redentore di Rio de Janeiro con la maglia della Nazionale italiana o commentare in tempo reale con il noto giornalista tifoso del Milano Tiziano Crudeli sulle imprese dei propri idoli. Sulla piattaforma, inoltre, verrà allestita da Sisal Matchpoint, una mostra fotografica dedicata ai giocatori e ai dirigenti del calcio italiano caduti durante la Prima Guerra Mondiale, un’occasione di riflessione a distanza di 100 anni esatti dallo scoppio del conflitto. Da non perdere, inoltre, l’appuntamento con Bar Sport, un quiz a tema Mondiali in 16 puntate condotto da Antonio Cabrini, eroe della vittoria di Spagna 82 e uno degli atleti più amati dagli italiani. I partecipanti si sfideranno in un quiz all’ultima risposta per ricevere come premio la maglia della Nazionale italiana con l’autografo del mister Cesare Prandelli e di tutta la squadra.

Letto: 815 | Categoria: Sport